Percorso 2016 anteprima

Percorso 2016 anteprima

– La manifestazione prenderà il via giovedì 29 settembre alle ore 7:30. La prima tappa di circa 280 km entra nel dunque al 40′ chilometro quando inizierà una incidenza di fuoristrada scorrevole importante che porterà gli iscritti sui crinali di Umbria e Marche. Il fondo è scorrevole ma l’asfalto è veramente poco fino alla fine.
Tappa, questa, impegnativa sotto il punto di vista dei chilometri e dell’incidenza di fuoristrada.
L’alternarsi di crinali e fondovalle non da tregua fino al chilometro 200. L’ultima parte è una discesa molto suggestiva che vi porterà nel cuore delle Marche dove la città di Fabriano Vi darà un caldo benvenuto. Molto suggestivo un crinale nei pressi del Monte Nerone dove una pista lunghissima percorrerà ben 2 Regioni.
SECONDA TAPPA: sicuramente la piu’ impegnativa sotto il punto di vista della guida.
Il primo tratto è bellissimo e scende scorrevole sui crinali Marchigiani verso sud alla volta di San Severino Marche. Il secondo settore è caratterizzato da circa 160 km che si spingono a sud ovest con un fondo a tratti scorrevole ma con tratti di sottobosco pietroso.
Entrerete nella Regione Lazio attraverso un valico lunghissimo in altitudine completamente in fuoristrada, a tratti tecnico per le grosse maxienduro.
Il paesaggio che si apre una volta svalicato il lunghissimo monte toglie il fiato sulla bellissima valle Leonessina caratterizzata dal gigante Terminillo che la sovrasta.
Negli ultimi 150 km di tappa l’incidenza di asfalto è molto bassa.
L’attraversamento di piccolissimi borghi Umbri ancora abitati rende il viaggio suggestivo e ci lascia indelebile l’idea che la Storia qua sia ancora piu’ presente che mai.
TERZA TAPPA: trasferimento scorrevole fino alla zona dell’Aquilano da cui si affronterà una ascesa importante e impegnativa che vi regalerà un susseguirsi di emozioni nei successivi chilometri grazie al passaggio in un settore lunghissimo che toglie il fiato dalla bellezza…… vertiginose le dimensioni delle valli e montagne che vi accompagneranno nella parte terminale del viaggio, si salirà molto di altitudine e il paesaggio dipinto da borghi senza tempo è tra i piu’ belli che si possano ammirare.
Negli ultimi 50 chilometri la vista della Majella Vi accompagnerà fino alla meta finale dove il percorso scenderà di quota e sarà sempre piu’ scorrevole e rilassante.
Questa è solo un piccola e generica anticipazione del viaggio che affronterete ma qui le importanti raccomandazioni che comunque riceverete via email.
– OBBLIGO DEL PNEUMATICO TASSELLATO.
– OBBLIGO DELL’ABBIGLIAMENTO E PROTEZIONI TECNICHE
– PREPARATE LE MOTO AFFINCHE’ GLI SCARICHI SIANO SILENZIONI.
– LE MOTO CON SCARICO COMPLETAMENTE APERTO “VERRANNO FERMATE ALLE O.P. E NON AVRANNO ACCESSO AL PARCO CHIUSO
– PER COMPLETARE TUTTO L’ITINERARIO E’ NECESSARIA UNA BASE DI ESPERIENZA DI GUIDA IN FUORISTRADA.

Il TRANSITALIA MARATHON infatti, è il viaggio per coloro che anche con una moto da oltre 200 kg sono abituati a percorrere sterrati, capaci a superare difficoltà con spirito di gruppo; allora diventerà una esperienza unica e un bellissimo viaggio come non l’avete mai fatto.

I tratti piu’ impegnativi avranno by pass di percorso ma ribadiamo che il TRANSITALIA MARATHON 2016 non è una passeggiata su asfalto.
In questi 5 mesi inizieremo ad inviare agli iscritti le informazioni inerenti alle logistiche e avanzamento lavori.

Il TRANSITALIA MARATHON non è una gara!! e non va presa come tale…. pena la squalifica immediata !
Il TRANSITALIA MARATHON è un viaggio che Vi permetterà di passare in moto dove solo la Storia ha lasciato traccia, è un susseguirsi di emozioni e di scoperte continue accarezzando la natura e gli scorci che incredibilmente l’Italia si tiene timidamente nascosta ma che è capace di offrire in tutta la sua bellezza se chiesti e vissuti con educazione e rispetto; con lo spirito giusto sarete quindi protagonisti di un bellissimo libro che rimarrà indelebile.